151 Miglia Trofeo Celadrin, Regata degli Isolotti e Giraglia Rolex Cup
Tre regate per il Trofeo Offshore dell’alto Tirreno

Dopo le serate meneghine, grazie all’ospitalità di Rigoni di Asiago presso Naturalmente a Milano torniamo a parlarvi dai luoghi propri della 151 Miglia.
Dallo Shiplight di Livorno o dalle Formiche di Grosseto, dalla celebre Giraglia allo scoglio della Troia. Tutti scorci del bellissimo arcipelago toscano che quest’anno si ritrova ad avere un fitto calendario di appuntamenti.
Oltre alle novità in serbo per questa settima edizione della 151 Miglia – Trofeo Celadrin, ormai considerata una classica del Mediterraneo e che SicuraMente non deluderà le aspettative dei già oltre 95 iscritti, la nostra regata si trova inserita in una combinata che preannuncia un maggio-giugno veramente intrigante.
Stiamo parlando del Circuito d’altura dell’alto Tirreno che da quest’anno torna ad accogliere la Regata degli Isolotti, (27-29 maggio, Genova – Isola del Tino – Isola di Gorgona – Livorno) organizzata in collaborazione tra Yacht Club Livorno e Yacht Club Italiano. Questa regata, già in voga negli Anni 70, giunge alla sua terza edizione in una nuova veste inserendosi in combinata alla nostra 151Miglia – Trofeo Celadrin (2-4 giugno) e alla Giraglia Rolex Cup (10-18 giugno).
Per portarsi a casa il Trofeo Offshore dell’alto Tirreno bisognerà infatti sommare i punteggi ottenuti nelle tre competizioni in programma tra la fine di maggio e la metà di giugno 2016. Un trofeo che si aggiunge a quello assegnato in combinata ai migliori classificati alla Giraglia Rolex Cup ed al Gavitello d’Argento.
Il Trofeo Offshore dell’alto Tirreno riunisce tre manifestazioni accomunate dal fatto di rappresentare l’essenza stessa dell’andar per mare. Regate d’altura che richiedono adeguata preparazione, un equipaggio all’altezza ed una buona dose di esperienza: la Regata degli Isolotti, un percorso intrigante, per buona parte in notturna e con le prime 45 miglia in mare aperto, senza il riparo della Corsica – la nostra 151 Miglia – Trofeo Celadrin, da Livorno a Punta Ala sfiorando la Giraglia e le isole dell’Arcipelago Toscano – e la Giraglia Rolex Cup, una classica d’altura che conta ogni anno più di 250 barche.
Tre competizioni che rispondono ad un’unica condizione necessaria: il percorso viene definito facendo uso delle caratteristiche fisiche del campo di regata e quindi del nostro bellissimo e invidiatissimo arcipelago toscano. Per completare il percorso di regata infatti, ai concorrenti viene richiesto di aggirare scogli, promontori e isole.
Quella per il regatare in mare aperto è una passione che torna a prendere piede nella vela sportiva italiana. Una tendenza che premia chi al gesto tecnico preferisce la scelta della tattica migliore, chi non vuole privarsi del fascino di fare i conti con l’incognita delle condizioni meteo-marine, chi vuole sentire da vicino la forza del vento e del mare.
Questo lo spirito che muove il Trofeo Offshore dell’alto Tirreno e sicuraMente molti di voi stanno già pensando di iscriversi anche alle altre due regate… se non l’hanno già fatto!
Caricando...